Cantautorato prog italiano pt.2
Cantautorato prog italiano pt.2
di Piergiorgio Pardo

Continua e termina il nostro viaggio a diporto fra i cantautori “progressivi” italiani iniziato nel numero scorso. A differenza della tappa precedente, che censiva dischi anche indirettamente influenzati dal movimento underground, stavolta i nostri artisti hanno tutti in comune il fatto di essere per attitudini o per anagrafe estranei, o quanto meno scollati rispetto al panorama ideologico del “pop” primi Settanta. Tutti hanno un'attitudine progressiva, ma il sogno fiorito degli hippie non ne ha contagiato l'immaginario, se non, nei nomi più recenti, come remota suggestione di riferimento. Sono l'altra faccia del cantautorato progressivo, nelle sue declinazioni di un pop d'alta fattura a matrice progressive, di sperimentazione, di disincantata riflessione sulla fine degli anni d'oro dell'underground italiano, di esistenzialismo impegnato, di ripresa consapevole dei linguaggi degli anni settanta come tavolozza per dipinti contemporanei Il maestro Maurizio Monti, di cui più sotto tracciamo il profilo, ci ha infine concesso una intervista insieme alla gentilissima figlia Nina, anche lei cantautrice.

Franco Battiato
Milano, 1972: la Bla Bla di Pino Massara smette di occuparsi di Betty Curtis, e Nicola Arigliano e svolta accogliendo un allampanato catanese dal passato canzonettistico e dalle velleità avant pop. Sulle prime Franco Battiato è semplicemente uno dei fondatori degli Osage Tribe, combo progressive della prima ora che pubblicherà un album già senza l'artista siciliano. […]


…segue per 12 pagine nel numero 226 di Blow Up, in edicola a Marzo 2017 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#226) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.

Tag: Cantautorato prog italiano pt.2
© 2017 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000