If?
If?
di Christian Zingales

English Boys On Rimini Beach
Arrivano come bikers dalle sfere celesti gli inglesi If?, ritratti sulla copertina del loro unico album “English Boys On The Love Ranch” del 1992 sulla spiaggia di Rimini, in stivali da motociclista, pantaloni di pelle e immediatezza operaia anglosassone, da Londra precipitati, appollaiati pallidi su lettini in un arancio striato di giallo che sembra riflettere cromaticamente l’ideale del mito rivierasco fine Novecento, ombrelloni e altra umanità balneare sullo sfondo. Oltre le indicazioni molto UK holidays in the sun è già pura epica da weekenders post summer of love. Nel libretto interno altre foto, loro testimonianti sotto l’arcata d’ingresso del bagno inizio Novecento, con impresso un “Buone vacanze”, le bandiere del Bologna sventolanti sopra la postazione del “bagnino Luciano 92 Bellariva di Rimini”, uno scatto dove il trio fronteggia l’assalto del sole schermandosi nel fastidiato, spaesato pallore, e ancora la spiaggia vuota con ombrelloni chiusi e lettini non più abitati, già molto mare d’inverno, loro che posano poi tra iridescenze nella notte riminese, sul retro copertina spuntando gli scooter e i falò nella spiaggia by night. Gli If? tre angelici bikers che attraversano un giorno nella vita della scena estatica londinese, della quale sembrano rappresentare insieme le raggianti aperture di un’alba e i chiaroscuri di un tramonto. Un vitalismo molto UK appunto, legato più a mitici furori estetizzanti che a una fattività estetica, e la loro musica come brillava. Non Ibiza ma Rimini, a indicare la Mecca di una nazione, l’Italia, responsabile di un suono tanto edonistico e schietto da influenzare i rocker inglesi in MDMA più dell’acid, la piano-house. Rimini già teatro di mitologie londinesi ora del ’92, con Weatherall che l’anno prima, in piena chiusura di “Screamadelica” e solo una session mancante per l’ultimo pezzo, ci arriva un weekend a suonare i dischi e scivola in un’imprevista sbandata estatica che lo trattiene dentro un’orgiastica deriva riminese, telefonando alla base per cancellare lo studio da 1000 sterline al giorno e riapparendo a Londra dopo una settimana, ispirato dallo sbraco rivierasco, con in testa tutti i tasselli per fare una fino allora problematica Shine Like Stars. […]

…segue per 8 pagine nel numero 225 di Blow Up, in edicola a Febbraio 2017 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#225) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.

Tag: If?
© 2017 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000