Sommario di decomposizione
Sommario di decomposizione
di Fabio Donalisio

1. Roma, tra Pasolini e Paranoia

“Via Nomentana pullulava di automobili; la Fiat 124 di Pantieri avanzava a strappi, ogni cinque metri era costretta a una fermata. Con la tenebra il tempo si era mutato, cadeva un velo di pioggia che rendeva l'asfalto nero e lucido; il rosso dei semafori accendeva di effimeri bagliori purulente torme di pedoni. Roma non era una città vera e propria con una fisionomia definita; semmai un agglomerato di città, accomunate dalla vocazione alla cancrena. Ettari di monumenti e di storia e, tutto sommato, a Pantieri non importava; in vent'anni che viveva a Roma era stato due volte a San Pietro e una al Campidoglio. Invece gli era caro Monte Sacro, con le stradette sconnesse e serpeggianti, le grigie palazzine costruite senza l'ascensore, le viti del Canada che vestivano i muri fatiscenti, i pochi pini scampati alle ruspe. Le cose più eterogenee si ammucchiavano ai bordi delle vie e gli spazzini non si prendevano cura di asportarle; era un pigro disfacimento di ombrelli sfondati, di materassi, di cartacce, di vecchia mobilia. Tra i rifiuti crescevano le erbe e talvolta anemici fiorellini.”

Ci troviamo “qualche anno prima del Duemila”, nella finzione scenica, nonostante la Fiat 124 sia caduta in obsolescenza programmata già da nu po'. Nel prosaico e labile tempo della scrittura, è il 1988, anno in cui Giampaolo Rugarli dà alle stampe il suo secondo romanzo, La troga (con la “t”, non è un refuso), ripreso pochi mesi nei tascabili Adelphi (che sta dimostrando un per ora enigmatico, ma forse promettente, ritorno di interesse per la letteratura in italiano, e non solo dei morti). Scrittore prolifico e multiforme, il Rugarli, sceso da tempo sotto l'orizzonte delle attenzioni, anche in virtù di una certa discontinuità. Ma che in questo romanzo risveglia più di un motivo d'interesse, se non di allarme, per mantenere un lessico conforme ai nostri tempi strutturalmente emergenziali (lo scriveva già Carl Schmitt, nei tremendi anni '20 della teologia politica filonazi: è sovrano, detiene il potere, colui che è in grado di decidere sullo stato di emergenza, di discriminare tra normalità e “crisi”). Un romanzo che in realtà mette in scena i primi '80 italiani, sfiancati dagli anni di piombo, presi tra il rampantismo e l'emergere degli ancora incolti dark side del “benessere”, le crepe del “progresso”, e la perenne propensione nostrana per il retroscena, il complotto, la manovra oscura del potere “forte” e invisibile. Il plot è quello di un giallo. C'è un commissario, tutto sommato onesto e pieno di ricattabilità da parte di una dirigenza poliziesco-giudiziaria corrotta fino al midollo. Ci sono cadaveri, parecchi e spesso eccellenti. C'è un teatrino politico caricaturale deformato a partire dagli stilemi estetici democristiani da una parte, brigatistici e massonici, dall'altra, che fa quasi tenerezza, oggi. E c'è una ovvia società segreta a tenere le fila di tutto tranne che, forse, di se stessa. Fin qui, tutto bene, parafrasando il Vinz di La Haine, film tremendamente anticipatore. […]

…segue per 4 pagine nel numero 229 di Blow Up, in edicola a giugno 2017 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#229) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.


Tag: Sommario di decomposizione
© 2017 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000