Clock DVA
Clock DVA
di Antonio Ciarletta

MERCOLEDÌ 27 agosto 2014, intorno alla mezzanotte i Clock DVA salgono sul palco del Flussi Media Arts Festival. Un’oretta prima, Adi Newton, Maurizio Martinucci (TeZ) e Panagiotis Tomaras ci avevano accolti nel loro camerino per scambiare quattro chiacchiere sul presente, sul passato e sul futuro della gloriosa sigla di Sheffield. Ma chi sono oggi i Clock DVA? Qual è la loro visione? E, interrogativo ancor più pressante, costituisce la loro musica un punto d’osservazione tuttora privilegiato da cui scrutare l’evolvere della modernità? Vedremo…
Parte del gruppo già da qualche tempo, il sound artist salernitano Maurizio Martinucci ha contribuito a traghettare i Clock DVA nelle lande di un suono capace di dare del tu all’elettronica di ultima generazione. Non è da meno l’apporto alla causa fornito dal videoartista greco Panagiotis Tomaras, responsabile della parte visuale e dell’interazione audio-video. Coadiuvato sinergicamente dai due nuovi innesti, Adi Newton è riuscito a rigenerare la macchina Clock DVA e a strapparla dalle pagine ingiallite dei libri di storia, per proiettarla in un futuro che dovrebbe vedere il suo motore girare nuovamente a pieno regime. Certo, perché se “Post-Sign” (2013) poteva dare l’impressione di un’uscita postuma e null’altro, la rinnovata attività dal vivo, nonché la pubblicazione di un singolo nuovo di zecca (“Re-Konstructor / Re-Kabaret 13”) e di una “creatura” multimediale (“Clock 2”) tutta da scoprire, sono più di una dichiarazione d’intenti. In aggiunta, qualcosa starebbe bollendo in pentola anche sul versante T.A.G.C. […]

…segue per 10 pagine nel numero 198 di Blow Up, in edicola a Novembre 2014 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#198) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.
 
Tag: Clock DVA
© 2019 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000