Il trap italiano
Il trap italiano
di Luca Majer

[nell'immagine: IZI a Origgio, luglio 2017, foto di  Charles Vandrepol]


Sono rimasto fuori in K per una settimana con 2 grammi. E mi son trovato nudo, a leggere le notizie sportive del giorno prima, nel portico davanti a casa. Mi son detto: meglio tornare all’erba per un po’...
Matt Thomas, Erowid.com - “esperienze con la ketamina”

Ad ogni uomo di merda/E’ un nuovo pezzo del disco
Rkomi - Aeroplanini di carta

Il rap è lo strumento ideale per farti vivere quante sillabe ci sono in ogni frase che dici. E farti mandare tanti accidenti in poco tempo: come in 11-11 di Tiller “Fuck Christine Lagarde” Wills. Insomma! se efFèTti Marinetti fosse nato un secolo dopo, il Manifesto Futurista se lo sarebbe rappato, cari rovazzi. Ma termino qui, raga. Con un monito: solo gli imbecilli non cambiano opinione. Quindi se per voi trap vuol dire Trapattoni, l’Auto-Tune vi fa Gaga-re e il drill-IT pensate sia un film horror-porno... è arrivato il tempo di iniziare a vivere il ‘17, per favore! E leggete cos’ha da dirci “Luger” Manna R., esperto di trap di BlowUp. E, in un’intervista-flow, cosa bolle in testa a IZI - da Cogoleto, GE - l’esponente più metafisico della musica trap italiana.

***

Baby frequento mondi nuovi/Mondi dove non sei mai stata
IZI - Dammi un motivo

Luca Majer: ...Trap?
“Luger” Manna R.: Una marca internazionale. Dicono che derivi dalla “trap house” americana (l’equivalente odierno, negli USA, delle fumerie d’oppio cinesi dell’800) ma mi stupefo che spacciatori di Atlanta, GA, riescano a lanciare uno stile musicale... mondialmente! “Trap” vuol’anche dire bocca - tipo Shut your trap! - e “trappola”. E in napoletano - per ironia sincrònica - il trappàno è un burino della campagna, senza finezza... Fai tu.
LM: Musicalmente, cos’è il trap, o il drill? […]


…segue per 12 pagine nel numero 233 di Blow Up, in edicola a ottobre 2017 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#233) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.

Tag: Il trap italiano
© 2017 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000