Aimee Bender
Aimee Bender
di Bizarre

CON IL RECENTE La maestra dei colori (Minimum fax, pag. 272, 15 Euro, traduzione di Damiano Abeni e Moira Egan) Aimee Bender torna alla raccolta di racconti, mostrandosi anche questa volta particolarmente convincente in questa specifica forma narrativa. Il libro conta 15 episodi, raccolti in tre parti distinte, in cui lo stile caratteristico dell’autrice – storie di ordinaria quotidianità ravvivate da elementi surreali – tende a utilizzare un po’ meno il mix disinvolto delle due componenti. È vero che alcuni racconti sembrano essere favole a tutti gli effetti: è il caso della storia che dà il titolo alla raccolta, presentata come un prequel della vera fiaba Pelle d’asino, ma anche di I divoratori, in cui i protagonisti sono orchi, in un avvincente cambio di prospettiva per il lettore, o di Ricucire le tigri, dove abili cucitrici indiane riescono a ricomporre con ago e filo le misteriose ferite che deturpano il corpo di quegli animali. Ma ci sono altri episodi in cui abbiamo a che fare, più che con aspetti surreali e fantastici, con quelle che possono essere interpretate come nevrosi particolarmente strambe dell’uomo contemporaneo: il protagonista di Guardiani di parole si dimentica dei nomi delle cose più banali, il personaggio chiave de Il falso nazista è convinto di esser stato uno stretto collaboratore di Hitler, il bambino di Facce non riesce a distinguere la fisionomia delle persone e le ragazzine di Limonata vivono gli stress e le emozioni di un qualsiasi adolescente di oggi. È difficile dire se questo aggiustamento stilistico sia un’evoluzione naturale della Bender come autrice, piuttosto che un segnale di maturità acquisita. Rimane però intatta la sensazione di avere a che fare con una scrittrice talentuosa e particolarmente originale, che conferma quel che si era intravisto nei suoi esordi, all’alba del nuovo millennio. […]

…segue per 4 pagine nel numero 198 di Blow Up, in edicola a Novembre 2014 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#198) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.
Tag: Aimee Bender
©2020 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000