Albert Ayler.
Albert Ayler.
di Riccardo Bertoncelli

“È un mistico con una linea diretta con il Cielo? O un ciarlatano di musica, un maestro dell’inganno? Solo il tempo, e la musica, lo diranno”. Valerie Wilmer si poneva questo dilemma nel 1966, presentando il non troppo conosciuto Albert Ayler al pubblico britannico. Cinquantaquattro anni dopo, il tempo e la musica hanno parlato forte e chiaro; la free music del timido infervorato musicista di Cleveland era davvero una “direct hot line to Heaven”, che ancora oggi ci stupisce e ci conforta, ci accudisce, in tempi non così diversi da quelli agitatissimi in cui nacque. A distanza di tanto tempo il messaggio di Albert Ayler è intatto e potente, per quanto gli stupidi umani lo trascurino e/o non lo mettano in pratica. Ma “noi siamo la musica che suoniamo, e il nostro impegno è rivolto alla pace e alla comprensione della vita. E non smette mai il nostro sforzo per purificare la musica, per purificare noi stessi, per muovere, noi e chi ci ascolta, verso più elevati livelli di pace e comprensione. Si deve purificare e cristallizzare il suono perché possa esercitare un effetto ipnotico. Sono convinto che grazie alla musica la vita possa avere un significato più ampio. Ogni tipo di musica ha un’influenza sul mondo circostante, diretta o indiretta, al punto che dopo un certo periodo i suoni delle tante musiche possibili, circolando, possono portare a cambiamenti psicologici.” Qualcuno può convincerci che non sia così? “Questa musica è la nostra immaginazione messa in forma di suono per stimolare l’immaginazione di altri. E se noi arriviamo a qualcuno, costui può a sua volta arrivare a chi non ha mai ascoltato la nostra musica.” […]

…segue per 16 pagine nel numero 271 di Blow Up, in edicola a dicembre 2020

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#271) al costo di 10 euro (spese postali incluse) e vi verrà spedito immediatamente come piego di libri.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: non perderete neanche uno dei numeri pubblicati perché in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale vi faremo una seconda spedizione e riceverete a casa i quattro libri della collana trimestrale Director’s Cut il mese stesso della loro uscita per un risparmio complessivo di 60 euro!

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.


Tag: Albert Ayler.
©2022 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000