IL CORPO DEL POP
IL CORPO DEL POP
di Massimiano Bucchi

[nella foto: Iggy Pop]

“Il suo corpo era diviso: da una parte, il corpo vero e proprio […] dall'altra, la sua voce […] O anche: da una parte il suo corpo morbido […] e dall’altra, la sua voce – la voce, sempre la voce, sonora, timida, mondana ecc.”
(R. Barthes, Frammenti di un discorso amoroso)

LA FIORITURA e affermazione del pop come fenomeno economico, sociale e culturale di indubbio rilievo ma dalla durata relativamente breve – quarant’anni al massimo – è inscindibile dalla sua dimensione corporea. Se i filologi si arrovellano su dove sia stata innescata la scintilla primigenia del rock’n’roll, dal punto di vista della cultura popolare uno spartiacque significativo è il sussulto del bacino di Elvis dagli schermi dell’Ed Sullivan Show nel 1956 (“in full body shot”, secondo una significativa citazione d’epoca) – evocato come decisivo momento biografico collettivo anche in film come Forrest Gump, e ricordato come impulso determinante da moltissimi dei futuri protagonisti del fenomeno pop. Di lì in poi, il corpo sarà elemento essenziale del rito e della cultura pop secondo modelli che richiamano una tradizione ben nota agli studiosi della storia politica moderna, quella “del doppio corpo del sovrano: l’uno naturale, fisico, mortale; l’altro politico, consacrato e immortale”. Una tradizione capace di trasfigurare i sovrani nei “re taumaturghi” studiati da Marc Bloch – che la tradizione popolare medievale voleva capaci di guarire dalle scrofole con il tocco delle proprie mani - e di condurre a celebrarne abitualmente un duplice rituale funebre, uno per il corpo fisico e uno per quello politico rappresentato in effigi e sculture. […]

…segue per 4 pagine nel numero 193 di Blow Up, in edicola a Giugno 2014 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#193) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.
Tag: IL CORPO DEL POP
© 2019 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000