Javier Marias
Javier Marias
di Maurizio Bianchini

Ho da tempo la certezza che Javier Marías sia uno dei più grandi scrittori a cavallo tra i due secoli a cavallo tra i due millenni. Rinuncio a scrivere il migliore perché non c’è modo di stabilirlo in vita con una certa pertinenza – sono medaglie che si assegnano sempre alla memoria, per quel che contano. Ma il fatto stesso che non gli sia stato assegnato il Nobel, nonostante i ripetuti rumours (o forse proprio a causa di essi: la santità della giuria non ci sta a farsi tirare per la giacchetta…) testimonia il suo valore assoluto (i casi in cui il premio è stato assegnato ai ‘più bravi’ si contano sulle dita di una mano, forse due, ma non tutte. Le divinità puritane di Stoccolma tengono al dovere che si sono assegnate di realizzare una parità di fatto nel mondo della creazione letteraria, punendo con la più pervicace disattenzione i migliori e premiando con la più puntigliosa arroganza i mediocri, spesso stupiti della fortuna capitata loro), e testimonia altresì della tenace resistenza dell’autore ad ogni tentazione di usare la letteratura come strumento per migliorare il mondo di oggi e ripulire delle sue nequizie quello di ieri.
L’uscita per Einaudi del suo ultimo romanzo, Tomás Nevinson, il migliore, gira voce, di una corposa opera dagli esiti sempre solidi e, più spesso che no, di conclamata eccellenza, mi è parsa la circostanza giusta per assegnare solennemente (quanto si può coi pochi mezzi della casa) a Javier Marías, nato a Madrid il 20 settembre del 1951, il primo AntiNobel della storia. (Servirebbe un produttore di armi disposto a finanziarlo in futuro, attribuendolo in contemporanea a quello intitolato all’inventore della dinamite di nome Nobel). Le considerazioni che seguono, vanno lette, in mancanza di meglio, come semplici note di accompagnamento. […]

…segue per 6 pagine nel numero 288 di Blow Up, in edicola a maggio 2022

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#288) al costo di 10 euro (spese postali incluse) e vi verrà spedito immediatamente come ‘piego di libri’ (chi desidera una spedizione rapida ci contatti via email).

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: non perderete neanche uno dei numeri pubblicati perché in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale vi faremo una seconda spedizione e riceverete a casa i quattro libri della collana trimestrale Director’s Cut il mese stesso della loro uscita per un risparmio complessivo di 60 euro!

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.



Tag: Javier Marias
©2022 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000