JOHN CALE
JOHN CALE
Stefano I. Bianchi

Una carriera estremamente diversificata, densa di momenti memorabili, incertezze, cadute, lampi di genio, rinascite e ripiegamenti. JOHN CALE, l’altro Velvet Underground che ha attraversato da protagonista mezzo secolo di musica rock e non solo rock, torna con il nuovo album “Shifty Adventures in Nookie Wood” a confermare la sua eterna inafferrabilità.
[foto di Shawn Brackbill]

di Stefano I. Bianchi


SI FA PRESTO a dire destino se vi chiamate Lou Reed e John Cale e venite alla luce a una settimana esatta l’uno dall’altro, il 2 e il 9 marzo 1942, di qua e di là dall’Atlantico. I Velvet Underground, il nome più mitico, mitizzato e mitizzabile dell’intera storia del rock. Due personalità esattamente speculari e complementari che insieme fecero un uno formidabile come accaduto a tante altre coppie, da Lennon & McCartney a Jagger & Richards, Plant & Page, Daltrey & Townshend. Tutto vero. Ma i Velvet Underground non rappresentarono l’incontro di due creatività dalle stesse attitudini, con le stesse intenzioni e sulle basi degli stessi background, tant’è che dopo lo split Reed & Cale, a differenza di tutti gli altri, trovarono strade personali e credibilità artistica quanto più si distaziarono dal loro passato comune. Perché i Velvet, a differenza di tutti gli altri gruppi rock della loro epoca, furono un buco nero, una collisione di mondi distantissimi che solo per una bizzarra congiuntura astrale si incontrarono e scontrarono, per un paio appena d’irripetibili anni, creando dal nulla una supernova destinata unicamente al futuro e aprendo strade che le musiche popular e quelle ‘colte’ neppure immaginavano potessero coesistere. Senza di loro la musica che ascoltiamo avrebbe continuato a chiamarsi semplicemente rock; dopo di loro iniziammo a definirla in mille maniere diverse senza più venirne a capo. Destino.
Lou glamourman metropolitano freddo e cinico, esibizionista ed egocentrico; Cale europeo provinciale elegante e raffinato, gentile e fragile, introverso e insicuro. La sfortuna di Cale, mettiamola così, è stata di non aver inciso un singolo di successo come Walk On The Wild Side [se al carnet di Lou Reed togliete quel pezzo vedete che le carriere dei due ex soci non differiscono troppo, e se pensate che la partecipazione attiva di Lou alla sua realizzazione fu quantomeno marginale – è noto che entrò nello studio a giochi fatti aggiungendo solo il sublime biascicare del testo – vedete che di culo trattasi prima d’ogni altra cosa]. Ma se andate a vedere le canzoni più coverizzate delle due carriere soliste scoprite, con un po’ di sorpresa, che quelle di Cale superano in frequenza e numero quelle dell’altro; se poi controllate l’ambito di riferimento di queste cover vedete che Reed sopravanza tra gli artisti di rock classico e Cale stravince tra quelli underground. Parti dello stesso puzzle, facce della stessa moneta? Forse. Cale che però è stato non solo un sopraffino musicista ma ha anche firmato, in qualità di produttore, alcuni dei più grandi dischi dell’intera storia del rock. Talento enorme ed enorme valorizzatore di talenti; non lo si può dire di molti altri, neanche di Lou. Ma andiamo per ordine…

…segue per 14 pagine nel numero 173 di Blow Up, in edicola nel mese di ottobre 2012 al costo di 6 euro.

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#173) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con l’invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è abbonarsi (abbonamento): risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.
Tag: JOHN CALE
© 2020 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000