Leiber & Stoller
Leiber & Stoller
di Maurizio Bianchini

[nell’immagine: Leiber & Stoller con Elvis Presley]

CON OLTRE cento milioni di copie vendute, 97 presenze nella Top 100 di Billboard , 33 nella Top 20, 27 nella Top 10 e 15 al #1, (cifre destinate a lievitare se si include nel totale, e non senza fondati motivi, quelle ‘prodotte’ per i Drifters e la Red Bird / Blue Cat), Leiber & Stoller sono stati la coppia di autori di più importante nella musica popolare americana del secondo dopoguerra. Distribuite in un quindicennio scarso di attività, dall’inizio degli anni Cinquanta alla metà dei Sessanta, le loro canzoni hanno contribuito alla costruzione del genere musicale più di successo del secondo Novecento e all’Invenzione dei Giovani come stile di vita e segmento di mercato, dopo che Byron, Shelley e Keats avevano fornito, più di un secolo prima, i versi per farne sturm und drang e categoria dello spirito. Senza Leiber & Stoller (e i successivi Goffin & King, Lennon & McCartney, Mann & Weil, Pomus & Shuman, Spector e Bacharach), il rock’n’roll non avrebbe mai inoculato nella società americana la visione edonistica dell’esistenza che secondo il generale guerrafondaio del Dottor Stranamore avrebbe finito per rammollirla e portare il paese alla sconfitta nello scontro con l’irreggimentata Unione Sovietica ma che invece ebbe un peso difficilmente sopravvalutabile nel consentire all’America, del tutto inconsapevolmente, di uscire vincitrice dal confronto. A prendersene il merito fu gente disposta a sacrificare la Libertà pur di difenderla dai suoi nemici. Ma dopotutto cosa c’era dall’altra parte? Gente così devota al mito dell’Uguaglianza da trasformarla, per meglio difenderla, s’intende, nel più fanatico e minaccioso culto della personalità dai tempi di Caligola. E però aveva ragione, per una volta, come l’orologio rotto del famoso proverbio, anche il generale ottuso e bellicista del “Dottor Stranamore”: un complotto contro l’America, quella di Eisenhower e McCarthy, c’è stato, da parte del Rock, inutile negarlo. È (anche) di questa untold story che vorremmo parlarvi. Ma prima un passo indietro: è dalla Storia che dobbiamo partire. […]

…segue per 12 pagine nel numero 200 di Blow Up, in edicola a Gennaio 2015 al costo di 8 euro: numero speciale “The Solar Issue” di 196 pagine!

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#200) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.

Tag: Leiber & Stoller
© 2020 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000