LEO FERRE'
LEO FERRE'
Giovanni Vacca

“COL TEMPO”

IL 14 LUGLIO di quest’anno cade il ventennale della scomparsa di Léo Ferré, poeta, musicista e cantante il cui nome non sarà certamente sconosciuto al lettore di Blow Up. «Che cosa rappresenta Ferré oggi? – si chiedeva, già un po’ di anni fa il critico musicale Stan Cuesta in un grande volume sulla canzone francese (La Chanson Française, Éditions Scali, 2007) – Per un pugno di fanatici è tutto: il più grande poeta, il più grande cantante, il più grande pensatore… non è raro incontrare persone di ogni tipo capaci di recitarvi all’improvviso dei passaggi interi di Et… Basta! Il n’y a plus rien o La Mèmoire et la mer. Per il grande pubblico è qualcosa di molto più sfocato. Ferré è un nome che si cita, quasi meccanicamente, a fianco di Brel, Brassens e di qualche altro. Scavando un po’ ci si rende conto che la maggior parte della gente conosce Avec le temps e C’est extra, la sola canzone a passare sulle reti FM perché, probabilmente, la più formattata…». Léo Ferré, in realtà, è uno dei più grandi protagonisti della canzone francese del Novecento e la sua opera, che ha contribuito più di ogni altra a svilupparne il lato engagé di quest’ultima, rappresenta ancora oggi uno degli esperimenti più riusciti di sovversione linguistica e musicale mai tentati nel mondo della musica leggera. È quindi più che opportuno ricordarlo criticamente nell’anniversario della morte (avvenuta, quasi simbolicamente, nella data della presa della Bastiglia, giorno culminante della rivoluzione francese), pur godendo egli nel nostro paese di una certa popolarità per aver sempre avuto con l’Italia uno stretto rapporto: vissuto in Toscana dal 1969 fino alla morte, infatti, l’artista monegasco pubblicò anche un paio di album cantati in italiano, apparendo di tanto in tanto in televisione in un’epoca in cui vedere un simile personaggio sul piccolo schermo era davvero un evento (e, non essendoci you tube, mancarlo poteva gettare il fan nello sconforto per settimane). […]

…segue per 8 pagine nel numero 182/183 di Blow Up, in edicola nei mesi di Luglio/Agosto 2013 al costo di 8 euro: uscita speciale estate di 196 pagine!

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#182/183) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.

Tag: LEO FERRE'
©2020 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000