Michael Bundt
Michael Bundt
di Christian Zingales

Ma quali Neu!, ma quali Can, ma quali Kraftwerk, altro che trilogia bowiana, Michael Bundt è il vero profeta tedesco e la trilogia bundtiana il verbo! Si fa per scherzare ovviamente, ma certo il personaggio è di quelli che non si dimenticano una volta entrati nel suo bizzarro mondo. Esordi nel 1972 con un 45 giri per il suo progetto psichedelico Medusa e dal 1973 bassista nelle fila dei Nine Days Wonder, dove respira una miscela krauta di prog e influenze zappiane, il Bundt solista si manifesta con la sua tripletta di spiazzanti album elettronici nel 1977. L’ultimo esce nel 1980 e da allora si può dire che sparisce dai radar, esce dall’industria discografica quantomeno, se si considera che attualmente va in giro per la Germania a suonare cover di Steppenwolf, Hendrix, Cream, Doors e Jefferson Airplane con una serie di ex NDW barbuti peggio invecchiati di lui. Si fanno chiamare Retrodelix. Ma il Bundt che nel 1977 troneggia sulla improbabile copertina di “Just Landed Cosmic Kid” come un Renato Zero in acido è un pazzo, un guerriero psichedelico pasticcione, un eroe con una sua missione. Testa ribollente di immaginario rock’n’roll, mani abili sulle macchine analogiche, tratto squilibrato, squarcia il buio con un esordio solista tanto pittoresco quanto stupefacente. […]

…segue per 4 pagine nel numero 214 di Blow Up, in edicola a Marzo 2016 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#214) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.

Tag: Michael Bundt
©2020 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000