Paolo Morelli
Paolo Morelli
di Fabio Donalisio

“Non è dunque la cosa che si pensa che costituisce la libertà, ma il modo con la quale la si pensa.”

Non a caso è la severa concisione di Camillo Berneri a campeggiare in epigrafe al libro che in qualche modo condensa e affila al massimo grado il pensiero filosofico-poietico elaborato e rimuginato da Paolo Morelli per tutta una vita; Morelli il quale conosciamo come obliquo narratore (lui direbbe “strampalato”) e consapevole nonché roboante lettore ad alta voce, alieno da ogni vezzo performativo, e pure anche sotterraneo e spesso inascoltato o altresì boicottato agitatore. Un libro smilzo, che la pregnanza occupa poco spazio, ma con il peso specifico dell'occhio di un black hole (quel diaframma dove il tempo lineare perde significato, tipo): rinvigorente e schiacciante nel medesimo istante. Filosofico: ci si intenda: volutamente lontano da ogni accademismo, ma per nulla sedotto dalle dilaganti sirene della reductio ad inane, del blatero tanto perché comunque la lingua bisogna usarla, avendocela: della cialtroneria, insomma; un pensiero filosofico che intanto vuole dire, restituendo il verbo alla sua radice etimologica, etimologicamente radicale. Un pensiero detto non seriosamente, ma serio, che prova a dire le cose come stanno (e stanno male). In secundis, che però dovrebbero essere primis, un pensiero che dovrebbe ritrovare la capacità non di tradursi in, ma di aprirsi al divenire dell'azione, non in relazione di causa-effetto, ma di normale estensione, di disciplinato e umile esercizio. Tutto questo, perché il novanta per cento del lavoro è questione di metodo, di prospettiva, di postura. Non si può andare alla guerra con il mal di schiena e lo sguardo offuscato. Quale sia poi la guerra, questo è l'altro lato (oscuro solo per chi non vuol vedere) del discorso. […]

…segue per 4 pagine nel numero 269 di Blow Up, in edicola a ottobre 2020

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#269) al costo di 10 euro (spese postali incluse) e vi verrà spedito immediatamente come piego di libri.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: non perderete neanche uno dei numeri pubblicati perché in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale vi faremo una seconda spedizione e riceverete a casa i quattro libri della collana trimestrale Director’s Cut il mese stesso della loro uscita per un risparmio complessivo di 60 euro!

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.


Tag: Paolo Morelli
©2020 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000