RPM: Brian Eno "On Land"
RPM: Brian Eno "On Land"
di Gino Dal Soler

FACEVA CALDO a Bologna quel 14 luglio del 1982. L’aria era quasi irrespirabile nell’elegante Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo, stracolmo per il grande evento: uno stage di Brian Eno! Badate, non un concerto, ché il nostro aveva smesso da tempo di suonare dal vivo, ma quel che in altri tempi si sarebbe detto un simposio con il suo pubblico. Non abitavo ancora in quella amata-dannata città allora, bensì in un paesello di montagna ai piedi delle Dolomiti, dove uno spostamento di 200-300 Km equivaleva ad un vero e proprio viaggio. Ma per mister Brian Peter George St. John de la Salle Eno (ehi che pomposa aristocrazia in quel nome, ci dicevamo spesso), classe 1948, il gioco valeva la candela, o almeno per me, dato che per il personaggio mi ero preso una certa infatuazione. Sì, perché di tal nome così eloquente feci realmente conoscenza qualche anno addietro per non distaccarmene più per diversi anni almeno.
A quel cosiddetto stage Eno parlò con pacatezza e compassata eleganza, ci avvertì che la sua arte nasceva dalle cose più semplici, che la tecnologia era importante ma non quanto l’immaginazione. Col passare degli anni i ricordi si sono fatti più sfumati e mi resta perlopiù il suo sguardo, la postura elegante, il sorriso lievemente accennato, il tono lento delle parole, misurate e importanti. Ad ogni modo la motivazione a esser presente era molto forte per me perché nella primavera di quello stesso anno mi ero imbattuto nel mio oggetto del desiderio, dal titolo semplice ma abbastanza curioso da porre domande e interrogativi e suggerire congetture: “On Land”. Sulla Terra. Quali segreti si nascondevano dietro quel titolo, cosa mai avrà voluto dire l’autore con un titolo che sembrava aprire un mondo di possibilità? E così era per davvero. Servono però alcune premesse che per me, da sempre avido di nuove musiche, non potevano che portare dritte a quel disco. […]

…segue per 6 pagine nel numero 202 di Blow Up, in edicola a Marzo 2015 al costo di 6 euro

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#202) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.

Tag: RPM: Brian Eno "On Land"
©2020 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000