RPM: The Beatles "The Beatles"
RPM: The Beatles "The Beatles"
di Christian Zingales

ACCAPARRAI una nuova stampa in vinile di “The Beatles” aka “The White Album” ai tempi del liceo, fine ‘80. In casa già “Sgt. Pepper”, che aveva trovato rapido varco nelle prime volontà esplorative, floreale e cartoonesco, con raggi emotivi rimbalzati da schermi, precisi in quella fase, e “Rubber Soul”, di cui si carpiva la portata oltre la grazia melodica e l’apparente forma classica, dati che per primi arrivavano all’individuo in missione “out there” bisognoso di scosse. Avrei scoperto molto più avanti “Revolver”, e non c’è rimpianto sulla tempistica essendo il meno album di tutti, un cantiere – non il cantiere - dove i Beatles accelerano ma a chiazze, decisive come Tomorrow Never Knows o I’m Only Sleeping, ma chiazze. L’erotico doppio bianco arrivò a distanza di un paio di mesi dai due titoli già approcciati, che in quei frangenti è una galassia se sei nell’interfaccia e la testa inizia a bruciare. Arrivò che già affastellavo titoli su titoli delle musiche più varie, e la mente ne fu suggestionata, e ricordo con precisione non il primo ma i primi due o tre ascolti che gli diedi, come fossero uno solo, tortuosi e spiazzati, in una deriva sfocata e però di grande assorbimento, il corpo fuso con il poster gigante dove gli occhi più che centrare i testi si perdevano in quel grande mare bianco. Era ancora un periodo in cui ricercavo i tratti gentili dell’emotività, la compassione, la commozione, certo ero fuori strada, e mi aggrappai ovviamente all’Eric Clapton della harrisoniana While My Guitar Gently Weeps, ma tutto, attorno, franava e questo mi rendeva ambizioso davanti alla flagranza di qualcosa che lontanamente percepivo però non riuscivo a focalizzare, un quadro troppo sfaccettato e frastornante, un dedalo di linguaggi su cui non avevo ancora scolarizzazione, ma soprattutto non avevo la maturità per zoomare il quadro oltre i singoli – quanti! – segni che lo componevano. […]

…segue per 8 pagine nel numero 194/195 di Blow Up, in edicola a Luglio e Agosto 2014 al costo di 8 euro: numero speciale di 196 pagine!

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#194/195) al costo di 10 euro - spese postali incluse - e vi verrà spedito immediatamente via posta prioritaria. Se lo richiedete dopo il mese di riferimento dell’uscita vi verrà spedito, come ogni altro arretrato, con il primo invio mensile di abbonamenti e arretrati.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: risparmiate minimo 16 euro sul prezzo di copertina e avete la certezza di non perdere neanche uno dei numeri pubblicati garantendovi tutti gli eventuali allegati e i numeri speciali; in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale ve lo spediremo di nuovo.

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.
Tag: RPM: The Beatles "The Beatles"
© 2019 Blow Up magazine all right reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000