Thin Lizzy
Thin Lizzy
di Roberto Franco

Gli irlandesi Thin Lizzy, nella foga della loro folle corsa, dominata dall’abuso di droghe e dal timore di finire nell'anonimato, hanno prodotto una serie di album estremamente discontinui, che spaziano in un mare di spunti tra i più diversi, non sempre sviluppati in pieno. Costituiscono quindi un terreno ideale di ricerca per l'immaginazione di un fan. Il personaggio principale della vicenda è Philip Parris Lynott, detto Phil. Adolescente dublinese figlio di una irlandese e di un immigrato della Guyana Britannica, ha vissuto la prima giovinezza tra gli anni Cinquanta e Sessanta. Cresce praticamente senza genitori, affidato ai nonni. Ciò nonostante conserverà nella vita adulta un rapporto altalenante con la madre Philomena. Come Bowie e Bolan a Londra, nella provinciale Dublino dell'epoca il giovane Lynott è già un personaggio ancor prima di aver inciso una sola nota, in quanto attraente, stilisticamente à la page, eccezionalmente carismatico. Innamorato di molti artisti dei Sixties, nonché di Elvis, i suoi idoli sono Van Morrison, Frank Zappa, Jeff Beck e Jimi Hendrix, cui somiglia anche per la voce roca e agrodolce. Forma i Thin Lizzy dopo essere stato cacciato dai celebri (almeno in Irlanda) Skid Row (da non confondere con l'omonima band americana degli anni Ottanta), di cui è il vocalist, quando si approssima una svolta più tecnica e blues che vede tra i promotori proprio il suo amico Gary Moore. Gli altri componenti sono Brian Downey, batterista che aveva già militato con Lynott negli effimeri Black Eagles e il chitarrista Eric Bell, il quale ha una certa esperienza con alcune band di Belfast, dov'è nato. [...]

…segue per 8 pagine nel numero 278/279 di Blow Up, in edicola a luglio/agosto 2021: un balenottero di 196 pagine!

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#278/279) al costo di 10 euro (spese postali incluse) e vi verrà spedito immediatamente come piego di libri.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: non perderete neanche uno dei numeri pubblicati perché in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale vi faremo una seconda spedizione e riceverete a casa i quattro libri della collana trimestrale Director’s Cut il mese stesso della loro uscita per un risparmio complessivo di 60 euro!

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.

Tag: Thin Lizzy
©2021 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000