Will Stratton
Will Stratton
di Beppe Recchia

A cercare tra le pagine di questo giornale il nome di Will Stratton, si fa non poca fatica a trovare in un angolo del #227, ben nascosta anche nella sua concisione, la recensione del suo settimo lavoro di studio, “The Changing Wilderness” (Bella Union, 2021). Quell’apparizione così discreta e fugace – timida persino nel voto – si attaglia bene, invero, a un cantautore da oltre quindici anni sulla scena, e all’occasione persino celebrato come un novello Nick Drake, ma che, proprio come quest’ultimo, sembra essersi assuefatto all’idea che “La fama non è che un albero da frutto molto malato”. A chi, però, abbia la pazienza di prestare orecchio, l’opera di Will Stratton, già enfant prodige del folk, può offrire più di una rivelazione, come è successo a chi scrive, stregato dai suoni e dalle immagini di Fate’s Ghost (cercatela su Youtube, ad oggi resta ancora poco al di sopra del migliaio di visualizzazioni), melodia ricercata e acrobazie sulla chitarra acustica che aprono, come uno scrigno incantato, una teoria di collage animati, a metà tra la pop art e i Monty Python più psichedelici. Ad avere pazienza, ancora, si potrà scoprire che ognuno dei lavori di Will Stratton svela un mondo complesso, in cui l’esperienza personale, anche drammatica, si intreccia ad un convincente impressionismo lirico nonché a toni spesso politici, e dove il creativo stile chitarristico sceglie volentieri accordature alternative o aperte, alla ricerca del suono più che dell’accordo, ma non rifugge l’idea di affidare quella stessa ricerca agli arrangiamenti di fiati o alle coloriture di synth che popolano sempre più frequentemente le sue canzoni. Ed è con questa gentile, ma intensa, discrezione che Will Stratton ci accompagna attraverso il suo catalogo da vero “outsider”. Ma cominciamo dall’inizio. […]

…segue per 6 pagine nel numero 280 di Blow Up, in edicola a settembre 2021

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#280) al costo di 10 euro (spese postali incluse) e vi verrà spedito immediatamente come piego di libri.

• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: non perderete neanche uno dei numeri pubblicati perché in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale vi faremo una seconda spedizione e riceverete a casa i quattro libri della collana trimestrale Director’s Cut il mese stesso della loro uscita per un risparmio complessivo di 60 euro!

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.


Tag: Will Stratton
©2021 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000