SPECIALE: Le 100 migliori canzoni straniere degli anni 2000
SPECIALE: Le 100 migliori canzoni straniere degli anni 2000
di Redazione

È PASSATO un bel po’ di tempo da quando, a partire da ottobre 2006, pubblicammo una serie di cinque articoli nei quali sceglievamo le nostre “migliori canzoni” di tutti i tempi. Per prime toccò alle cover (BU#101, ottobre 2006), poi alle canzoni in lingua straniera (BU#103, dicembre 2006), quindi a quelle in italiano (BU#105, febbraio 2007), a quelle con particolare enfasi sulla componente ritmica (BU#107, aprile 2007) e infine ai ‘frammenti’, vale a dire canzoni particolarmente memorabili per dettagli e particolari che le rendevano uniche (BU#109, giugno 2007).
Ora, è abbastanza naturale immaginare che di liste simili se ne possano fare a decine senza troppi problemi. Eppure, alla prova dei fatti non è per niente semplice dare all’insieme una coerenza in grado di essere caratterizzante; e neppure cercare di coprire tutti i settori in cui si può esprimere la ‘forma canzone’ evitando tanto le secche della prevedibilità quanto i meandri di un’originalità forzata. Ciò detto, è anche ovvio che il nostro è un divertissment: l’occasione per riascoltare, ritrovare, rivedere, riscoprire qualche bella canzone e magari farne una compilation fuori dagli algidi algoritmi di Spotify. E quindi oggi, a distanza di sedici anni, abbiamo deciso di tornare sul luogo del delitto, naturalmente concentrando l’attenzione su tematiche nuove. Per ricollegarci alla prima edizione, per prime vi presentiamo le migliori canzoni del nuovo millennio: questo mese quelle in lingua straniera e il mese prossimo quelle in italiano. Dato che nella prima edizione del nostro serial ci fermavamo ai primi anni del nuovo millennio, è da quel punto, con qualche inevitabile, piccola discrasia cronologica, che abbiamo ricominciato a scegliere le nuove canzoni, cercando di non dimenticare - ma neanche sovraesporre - gli artisti che amiamo: se notate la mancanza di qualcuno, in realtà potrebbe trattarsi di nomi che stavano già nella vecchia lista oppure saranno in quelle che stiamo preparando per i prossimi mesi. Infine, per ulteriore chiarezza: le scelte e le recensioni sono personali (e per questo firmate) ma le valutazioni, e quindi l’ordine di apparizione nella playlist, collettive.

…segue per 32 pagine nel numero 294 di Blow Up, in edicola a novembre 2022

• Se non lo trovate in edicola potete ordinarlo direttamente dal nostro sito (BU#294) al costo di 10 euro (spese postali incluse) e vi verrà spedito immediatamente come ‘piego di libri’ (chi desidera una spedizione rapida ci contatti via email).
• Il modo migliore, più rapido, sicuro ed economico per avere Blow Up è l’abbonamento: non perderete neanche uno dei numeri pubblicati perché in caso di eccessivo ritardo o smarrimento postale vi faremo una seconda spedizione e riceverete a casa i quattro libri della collana trimestrale Director’s Cut il mese stesso della loro uscita per un risparmio complessivo di 60 euro!

Ogni mese Blow Up propone monografie, interviste, articoli, indagini e riflessioni su dischi, libri, film, musicisti, autori letterari e cinematografici scritti dalle migliori penne della critica italiana.


Tag: SPECIALE: Le 100 migliori canzoni straniere degli anni 2000
©2022 Blow Up magazine all rights reserved
TUTTLE Edizioni - P.iva 01637420512 - iscrizione rea n. 127533 del 14 Gennaio 2000